Archivi categoria: a testa indietro

Un passaggio in India

painter

“Non dovremmo semplicemente “fare” viaggi, dovremmo, piuttosto, con pazienza, lasciare che i viaggi facciano altro di noi”. Rolf Potts

Il recentissimo viaggio in India mi ha regalato emozioni di ogni tipo e avrò molto da fare nei prossimi mesi per rimettere ordine nei cassetti dell’anima. Però ogni volta che la mia mente fa tornare a galla i momenti che ho vissuto, più volte al giorno da quando sono tornata, c’è sempre lei a colorare i ricordi: la gratitudine.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in a testa indietro, viaggi

Bello non sentirsi soli…

spagnaIeri mattina passeggiata nei luoghi dell’infanzia. Piena di pregiudizi e con spirito da ispettore sono andata a trovare Trinità dei Monti. Lei, sebbene di nuovo con centinaia  di persone  sedute in grembo, era bellissima, lucente.

Mentre salivo gradino dopo gradino con la speranza che i seduti fossero solo seduti a riposarsi e a godere della bellezza, che non bivaccassero, non mangiassero, non vomitassero, non scrivessero TVB sul marmo,  ho incontrato molti vigili urbani. Uno indicava ad una coppia dove buttare le due lattine di coca cola che avevano in mano, un altro controllava a vista la barcaccia, altri circolavano tra i seduti.
Spero che duri a lungo, ma resto dell’idea che durante la notte Trinità dovrebbe dormire tranquilla. E mentre gironzolavo tra questi pensieri mi è tornato in mente Le quattro piaghe di Roma di Giuseppe de Rita pubblicato qualche giorno fa sul corriere…bello non sentirsi soli.

 

 

 

3 commenti

Archiviato in a testa indietro, roma

Inaugurata la Scalinata di Trinità dei Monti dopo il restauro.

L’ho vista qualche giorno prima attraverso la barriera trasparente e sono rimasta senza fiato dalla bellezza. E insieme al senza fiato si è subito fatto avanti il desiderio che resti così, visibile agli occhi e non camminabile.

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in a testa indietro, Uncategorized

Lunga primavera per Carlo Medori

carlo medoriCaro Carlo, oggi scopro che quest’anno la tua attesa lettera di primavera, in cui ci raccontavi le novità newyorchesi e proponevi nuovi giri con la mitica macchina, non arriverà. E siccome da qualche giorno avevo in mente di chiamarti, quest’anno ti scrivo io per augurarti buona primavera.

Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in a testa indietro

il topo d’albergo, ovvero come fare contenti i bambini

topoUn post di controluce l’altro giorno mi ha fatto aprire il cassetto dei ricordi d’infanzia a proposito del carnevale.

Continua a leggere

7 commenti

Archiviato in a testa indietro

storie di vareghina

Mentre nel precedente post rispondevo ad un commento sugli odori della fontana, la storia della varechina con due c mi ha fatto ricordare come da bambina tentavo di contrastare le inflessioni romanesche come suggerito da genitori e maestre.

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in a testa indietro

fontana d’infanzia

Andrò a vederla ora che è stata restaurata. Andrò a vederla all’alba, quando i turisti non sono ancora in giro, per recuperare momenti indimenticabili della mia infanzia.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in a testa indietro, dettagli

Piccole strategie di sopravvivenza.

Negli ultimi tempi sono comparsi in libreria album da colorare per adulti. I titoli: Art therapy, Colouring Book, L’album della mindfulness, sono accompagnati da: Elimina lo stress con colori e scarabocchi, Combatti lo stress colorando, Immagini da colorare per rilassarsi e vincere lo stress.
Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in a testa indietro, mindfulness

prendersi cura…

ho avuto un gran da fare nelle ultime settimane e il mio luglio inizia in ritardo.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in a testa indietro, radici

a proposito di diari…

roma febbraio 2012, la mostra di cartier bresson

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in a testa indietro, illeciti scatti