About

Mi piace fotografare, anche se nella vita faccio altro.

Ma soprattutto mi piace usare le fotografie, perché diventino altro.

Fin da bambina il rovescio mi ha affascinato. Ricordo che aprivo l’armadio di mia madre e muovevo l’anta con lo specchio fino a vedere la sua stanza da letto da una prospettiva inusuale che mi faceva recuperare la sensazione di vedere quel luogo per la prima volta.

Lo stesso facevo con le parole, le leggevo normalmente e poi subito al contrario per vedere se guadagnassero un nuovo significato, mescolavo le lettere per scoprire se anche un diverso ordine desse loro comunque un senso. Ero piccola e solo dopo molto tempo ho scoperto che questo gioco si chiama anagramma diventando un’enigmista esperta.

Cambiare l’ordine prestabilito delle cose si è rivelata nel tempo una vera e propria passione. La vita poi ha fatto il suo lavoro e mi sono riconciliata con il fatto che quasi tutte le cose devono avere un ordine,  un verso,  ma la passione di giocare con le direzioni è la stessa. Unire immagini speculari creando nuove forme è solo una delle tante strade inforcate.

Le immagini pubblicate  appartengono alla proprietaria del blog e non possono essere riprodotte senza il suo consenso.

6 risposte a “About

  1. elisa

    che vuoi che ti dica…………………..ti voglio bene. elisa

  2. Daniela

    Carissima, +++++++++++
    coraggio….mi piace questa idea e la foto dei occhiali!
    Un abbraccio Daniela

  3. isabella

    un’idea meravigliosa, degna di te!!!

  4. La mia mamma faceva delle magie con le parole: lei sapeva pronunciare qualsiasi parola al contrario, con una velocità impressionante. A volte, quando mi chiamava senza ottenere risposta, sapevo che sarebbe seguito un “atteiro”! Bè se non rispondi quando ti chiamo, cosa che dovresti, allora vediamo se funziona così …
    Allora mi divertivo a sfidarla e le facevo rovesciare parole lunghissime. Ma era impossibile sfidarla. Mi fu raccontato parecchie volte di quando lei, bambina, faceva arrabbiare la mia nonna cioè sua mamma perchè ai rimproveri lei rispondeva rovesciandoli e ridendo come una matta.
    A volte mi pare di sentire che saluta me e mio fratello così, come faceva quando giocavamo a questo gioco: atteirO , ocirnE !! Venite subito qui! Chissà se questo pensiero arriva da un lontano mondo… rovesciato nel quale Lei si trova. Chissà. Anzi… àssihC.

  5. Bella domanda!
    Se deve essere rovescio, che rovescio sia. Quindi forse Atteiro è più coerente 🙂
    Tabucchi. Ho letto altro ma non questo. Me lo segno!
    Oaic.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...