berggasse 19

lo studio di freud, vienna ottobre 2012

un paziente alto, quasi imponente entrò nella silenziosa sala d’attesa. indossava ancora il suo cappotto nero quando si fermò davanti all’immagine della donna.  lo turbava quel cuscino azzurro e sapeva che sarebbe divenuto l’oggetto dell’intera seduta.

 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in pensieri, silenzio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...