serendipity

una volta erano fotografie…scrive enrico nel suo blog valligiano in un lusinghiero post sulle mie immagini .

in senso tradizionale erano…è vero, ma per me lo sono ancora.

sto imparando a fotografare “bene”, frequento un corso di fotografia e mi esercito a  chiudere diaframmi, allungare i tempi, approfondire i campi,  fare l’acqua vellutata e strisce di luci.  un bel corso e riconosco alla tecnica il suo valore ma so che non è questo che mi appassiona.

niente mi soddisfa di più di ciò che all’improvviso compare sullo schermo dopo aver, come dice enrico, guardato, scattato, intuito, trasformato e creato. pur senza conoscerla descrive la  sequenza giusta. non penso prima a dove potrei arrivare e non cerco  l’inquadratura che mi porterà dove arrivo.

fotografo molto, tutto qui. intuisco e arrivo a destinazione per serendipity, guidata dall’amore verso una forma o una linea.

spesso sono io la prima stupirmi del risultato. è la sorpresa a conquistarmi, come sempre in ogni cosa che faccio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in storie, Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...